• 041992757
  • info@studiobernardi.eu

Archivio dei tag Legge 10

Decreto sulla certificazione energetica

E’ stato firmato il decreto sulla certificazione energetica degli edifici che entrerà in vigore nei prossimi giorni con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale.

Rendere trasparente la qualità energetica degli immobili – ha affermato il Ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola – è un ulteriore passo avanti per garantire l’efficienza e il risparmio energetico e una maggiore sicurezza per i cittadini che acquistano una casa. L’obiettivo è quello di promuovere adeguati livelli di qualità dei servizi di certificazione, assicurarne l’utilizzo e la diffusione omogenea sull’intero territorio nazionale.
Il decreto, emanato in attuazione della Direttiva europea del 2002, definisce le linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici e gli strumenti di raccordo, concertazione, cooperazione tra lo Stato e le Regioni, alcune delle quali hanno già definito proprie procedure di certificazione, che si integrano alla normativa nazionale, nel rispetto delle peculiarità di ciascuna Regione. Il provvedimento segue il decreto del Presidente della Repubblica del 2 aprile scorso (n. 59), che fissa i requisiti energetici minimi per i nuovi edifici e per le ristrutturazioni di quelli esistenti. Con queste nuove procedure, i cittadini che vendono la propria abitazione, potranno rispondere in modo più appropriato e con oneri assai contenuti all’obbligo di informare l’acquirente della qualità energetica dell’abitazione ceduta. Un altro regolamento definirà infine nelle prossime settimane le figure dei certificatori energetici (ingegneri, architetti, professionisti) abilitati al rilascio delle certificazioni.
[Fonte: Ministro allo Sviluppo Economico]

Trasmittanza termica periodica YIE

Si ritiene la trasmittanza termica periodica (Yi,e), valutata in un periodo di 24 ore, il parametro più idoneo in alternativa alla verifica della massa superficiale, per i seguenti motivi:

  • Definizione e metodologia di calcolo [UNI EN ISO 13786:2005]
  • Utilizzo per il calcolo della temperatura estiva degli ambienti climatizzati [UNI 10375]

La trasmittanza termica periodica si calcola attraverso la seguente relazione:

Yi,e = f x Uregime stazionario

f è il fattore di attenuazione calcolato come il rapporto tra il flusso termico in condizioni reali ed il flusso termico in assenza di accumulo di calore riferiti alla medesima stratigrafia.

f = qmax/q‘max

Il flusso termico in condizioni reali (qmax) introduce il concetto periodico-dinamico. Esso si calcola attraverso la soluzione dell‘equazione generale della conduzione del calore in regime variabile (periodico-dinamico).
Il flusso termico in assenza di accumulo di calore (q‘max) è pari al prodotto della trasmittanza termica in regime stazionario (U) per la differenza di temperatura tra il valore massimo esterno ed il valore interno ( T(e max, i)):

q‘max = U x T(e max, i)

L‘intervallo di valori del fattore di attenuazione (f) è compreso tra 0 e 1.
0 corrisponde alla situazione limite di totale accumulo di calore
1 corrisponde alla situazione limite di accumulo di calore nullo




DPR del 24 Febbraio 2009 – Un decreto che aspettiamo da anni….

Venerdì 6 marzo la 40ma riunione del Consiglio dei Ministri rubricato ha approvato tra gli altri il seguente provvedimento su proposta del Ministro dello sviluppo economico, Claudio Scajola: DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA: Regolamento recante attuazione dell’articolo 4, comma 1, lettere a) e b), del DLG 19 agosto 2005, n. 192, concernente attuazione della direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia.
Descritto come: “un regolamento per la definizione dei criteri generali, della metodologia di calcolo,dei requisiti di base relativi alla prestazione energetica negli edifici ed impianti termici per la climatizzazione invernale e la preparazione dell’acqua calda per usi igienici sanitari; le disposizioni danno attuazione alle norme di recepimento della direttiva comunitaria in materia di efficienza energetica, consentendone l’applicazione immediata.”
Il Ministro Scajola ha dichiarato che: “con questo provvedimento, rendiamo concrete le possibilità di risparmio per tutti coloro che sostituiscono o installano un nuovo impianto termico o realizzano l’isolamento termico del proprio edificio. Positivo anche l’effetto sui prodotti ad alta tecnologia di tutte le imprese italiane del
comparto delle costruzioni. Si potenzia, in tal modo, l’efficacia degli incentivi fiscali che, già nel primo anno di operatività, hanno registrato oltre 100.000 interventi, e sono quasi raddoppiati nel corso del 2008.”
Oltre a questo D.P.R. si rimane in attesa di altri tre decreti riferiti all’art. 4 5 e 6 del D.Lgs 192/05.
L’art. 4 del DLG 19 agosto 2005, n. 192, inoltre, prevede la pubblicazione di un decreto che rendesse attuativo la lettera c) del medesimo articolo nel quale verranno definiti i requisiti professionali e i criteri di accreditamento per assicurare la qualificazione e l’indipendenza degli esperti o degli organismi a cui affidare la certificazione energetica degli edifici e l’ispezione degli impianti di climatizzazione.
L’art. 5 comma 1 prevede la pubblicazione di un Decreto Interministeriale nel quale si promuoveranno una serie di iniziative, quali: a) favorire l’integrazione della questione energetico ambientale nelle diverse politiche di settore; b) sviluppare e qualificare i servizi energetici di pubblica utilita’; c) favorire la realizzazione di un sistema di ispezione degli impianti all’interno degli edifici, minimizzando l’impatto e i costi di queste attivita’ sugli utenti finali; d) sviluppare un sistema per un’applicazione integrata ed omogenea su tutto il territorio nazionale della normativa; e) predispone progetti mirati, atti a favorire la qualificazione professionale e l’occupazione.
L’art. 6 comma 9 prevede la pubblicazione di un Decreto nel quale utilizzando le metodologie di calcolo previste all’art. 4 si definiscano le linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici.

Si rimane in attesa della pubblicazione del DPR attuativo sulla Gazzetta Ufficiale
[Fonte Sacert.eu]