• 041992757
  • info@studiobernardi.eu

DPR del 24 Febbraio 2009 – Un decreto che aspettiamo da anni….

DPR del 24 Febbraio 2009 – Un decreto che aspettiamo da anni….

Venerdì 6 marzo la 40ma riunione del Consiglio dei Ministri rubricato ha approvato tra gli altri il seguente provvedimento su proposta del Ministro dello sviluppo economico, Claudio Scajola: DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA: Regolamento recante attuazione dell’articolo 4, comma 1, lettere a) e b), del DLG 19 agosto 2005, n. 192, concernente attuazione della direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia.
Descritto come: “un regolamento per la definizione dei criteri generali, della metodologia di calcolo,dei requisiti di base relativi alla prestazione energetica negli edifici ed impianti termici per la climatizzazione invernale e la preparazione dell’acqua calda per usi igienici sanitari; le disposizioni danno attuazione alle norme di recepimento della direttiva comunitaria in materia di efficienza energetica, consentendone l’applicazione immediata.”
Il Ministro Scajola ha dichiarato che: “con questo provvedimento, rendiamo concrete le possibilità di risparmio per tutti coloro che sostituiscono o installano un nuovo impianto termico o realizzano l’isolamento termico del proprio edificio. Positivo anche l’effetto sui prodotti ad alta tecnologia di tutte le imprese italiane del
comparto delle costruzioni. Si potenzia, in tal modo, l’efficacia degli incentivi fiscali che, già nel primo anno di operatività, hanno registrato oltre 100.000 interventi, e sono quasi raddoppiati nel corso del 2008.”
Oltre a questo D.P.R. si rimane in attesa di altri tre decreti riferiti all’art. 4 5 e 6 del D.Lgs 192/05.
L’art. 4 del DLG 19 agosto 2005, n. 192, inoltre, prevede la pubblicazione di un decreto che rendesse attuativo la lettera c) del medesimo articolo nel quale verranno definiti i requisiti professionali e i criteri di accreditamento per assicurare la qualificazione e l’indipendenza degli esperti o degli organismi a cui affidare la certificazione energetica degli edifici e l’ispezione degli impianti di climatizzazione.
L’art. 5 comma 1 prevede la pubblicazione di un Decreto Interministeriale nel quale si promuoveranno una serie di iniziative, quali: a) favorire l’integrazione della questione energetico ambientale nelle diverse politiche di settore; b) sviluppare e qualificare i servizi energetici di pubblica utilita’; c) favorire la realizzazione di un sistema di ispezione degli impianti all’interno degli edifici, minimizzando l’impatto e i costi di queste attivita’ sugli utenti finali; d) sviluppare un sistema per un’applicazione integrata ed omogenea su tutto il territorio nazionale della normativa; e) predispone progetti mirati, atti a favorire la qualificazione professionale e l’occupazione.
L’art. 6 comma 9 prevede la pubblicazione di un Decreto nel quale utilizzando le metodologie di calcolo previste all’art. 4 si definiscano le linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici.

Si rimane in attesa della pubblicazione del DPR attuativo sulla Gazzetta Ufficiale
[Fonte Sacert.eu]

Andrea Bernardi

Termotecnico / Energy Consultant (heating and cooling) Un mondo ecologico è possibile ed è più facile di quel che si pensa! EV enthusiast, da 2014 sono un felice proprietario di un'auto completamente elettrica

Invia il messaggio